sabato 6 aprile 2013

Open source e cloud: software per la gestione dello Studio del Commercialista

Il periodo è quello che è ma come sempre le idee nascono quando si è maggiormente sotto pressione.

Stiamo cercando di ridefinire in maniera più automatizzata (il tempo è sempre poco) e strutturata (pianificare una strategia di lungo rende sempre molto in termini di efficacia) alcune aree dell'attività di Studio.


Come spesso accade per i post che hanno come argomento la gestione dello studio professionale sono più ad uso interno per aiutarci a chiarirci le idee. Spero comunque che i colleghi vogliano aiutarci con domande e suggerimenti.


Resta tutta da capire la gestione documentale e come ottimizzare il servizio sfruttandola, ma andiamo con ordine.


Alcune aree da sviluppare o automatizzare:
  1. Gestione newsletter: spesso trascurata per mancanza di tempo, sarebbe interessante gestire una newsletter periodica (settimanale? quindicinale?) che contenga in automatico i link ai principali articoli e post pubblicati dal nostro Studio;
  2. Gestione lettera informativa riservata ai clienti: delegare per ottimizzare invii e scadenze. il servizio oggi è apprezzato. Da sviluppare la comunicazione mirata i nuovi servizi di studio o al coinvolgimento dei clienti nella gestione dei dati.
  3. CRM: gestire in maniera più strutturata (social?) i numerosi contatti, sia dal lato potenziali clienti sia dal lato potenziali collaboratori. Senza dimenticare le iniziative legate alla Fondazione Dottori Commercialisti e le iniziative editoriali che stanno per partire a breve (anche se "breve" in questo settore è sempre un concetto relativo).
  4. Software procedure di Studio: dubbi se acquistare uno dei tanti software in commercio (quale?) o rivolgersi a soluzioni open source (quale?).
  5. Coordinare articoli su varie testate: collaboriamo a varie testate, sarebbe utile sviluppare meglio una differente caratterizzazione e schedulare i vari articoli in maniera da avere almeno una cadenza settimanale o quindicinale.
Sui primi tre punti credo che siamo giunti a soluzioni interessanti e decisamente poco costose.
Il 4 punto resta tutto da definire. Il 5 è solo lavoro e costanza.

Nuovi progetti in cantiere e bisogno di riordinare le idee. Ogni suggerimento è bene accetto.

Link: Per restare aggiornato iscriviti alla nostra Newsletter!

7 commenti:

Antonino ha detto...

Ti rispondo sui punti n. 4 e 5. Le soluzioni che posso consigliarti si basano su tecnologia cloud ed assolutamente open source (oltre che gratuite).

Credimi Andrea, possono essere la scelta migliore per tutti i professionisti che vogliono accedere con facilità ai dati archiviati oppure non vogliono investire risorse per gestire un database interno, che come ben sai comporta problematiche di backup e protezione dati (nel mio blog ne ho parlato più volte).

Inoltre, aggiungo, alcune di queste applicazioni sono largamente utilizzate dalle persone comuni e non è raro che tu possa già avere nel tuo studio collaboratori che già conoscono e sanno usare queste app.

Antonino Salvaggio
http://www.il-commercialista-dei-professionisti.com

Antonino ha detto...

Ti rispondo sui punti n. 4 e 5. Le soluzioni che posso consigliarti si basano su tecnologia cloud ed assolutamente open source (oltre che gratuite).

Credimi Andrea, possono essere la scelta migliore per tutti i professionisti che vogliono accedere con facilità ai dati archiviati oppure non vogliono investire risorse per gestire un database interno, che come ben sai comporta problematiche di backup e protezione dati (nel mio blog ne ho parlato più volte).

Inoltre, aggiungo, alcune di queste applicazioni sono largamente utilizzate dalle persone comuni e non è raro che tu possa già avere nel tuo studio collaboratori che già conoscono e sanno usare queste app.

Antonino Salvaggio
http://www.il-commercialista-dei-professionisti.com

Andrea Arrigo Panato ha detto...

Grazie Antonino, ma quali sono le soluzioni? ;-)

Antonino ha detto...

Evernote, Google Drive, Calendar e Task, Dropbox, Timesheet, To do list, Legal organizer, .... sono soluzioni tutte moldo valide e ti consentono di fare spending review ;-)
Antonino Salvaggio
http://www.il-commercialista-dei-professionisti.com

Andrea Arrigo Panato ha detto...

grazie antonino, sicuramente molto utili anche se forse più al singolo professionista che non per una gestione di studio (es. chi fa che cosa, ecc). Ma ottimi spunti su cui studiare. Ed ottimo blog che invito tutti a leggere.

@mrfuretto ha detto...

Potrebbe valer la pena dare un'occhiata a Projectfork http://www.projectfork.net: si tratta di un interessante componente Joomla. Per adeguarsi alle esigenze di studio necessita di qualche personalizzazione. La scelta dell'organizzazione è chiaramente soggettiva (inizialmente avevo definito come "progetto" il tipo di adempimento e le singole pratiche (clienti) come tasks - successivamente ho preferito impostare ogni ditta/cliente come "progetto" e al suo interno classificare i vari adempimenti etc etc.) Gestisce inoltre molto bene le "autorizzazioni": dai "superadministrtor" a permessi limitati a singoli utenti per l'accesso ad alcuni dati personali (tipo copia in pdf di liquidazioni iva/modelli, etc etc) . Spero di aver dato qualche spunto :-)

Andrea Arrigo Panato ha detto...

@mrfuretto grazie mille, ora non resta che giocarci un pò. bel suggerimento.

Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate