lunedì 26 maggio 2008

Aziende forti o aziende grandi?

Antonio nel suo blog http://www.belowthebiz.com/ si pone il dubbio: aziende forti o aziende grandi?

Riprende l'idea dell’impresa forte non (necessariamente) grande, come ribadito con forza da Paolo Preti e Marina Puricelli nel loro bel libro intitolato appunto “L’Impresa forte - un manifesto per le piccole imprese”. Gli autori al termine della loro analisi concludono con un decalogo che contraddistingue l’impresa forte, eccolo, con alcune osservazioni fatte da Antonio:
  1. Porsi l’obiettivo di massimizzare il risultato economico nel medio/lungo periodo, non nel breve;

  2. Cercare il confronto con chi è più avanti;

  3. Fare meglio ciò che si è sempre fatto, rendendolo più visibile (comunicazione);

  4. Saper fare innovazione anche in settori maturi (orientamento ad essere non-convenzionali);

  5. Passare dalla riduzione dei costi ad una strategia tesa a realizzare qualità e servizio (branding);

  6. Progettare i confini aziendali in maniera flessibile tra internalizzazione delle funzioni critiche ed ed outsourcing di quelle meno critiche per la qualità del servizio e del prodotto;

  7. Trattare la dimensione come una variabile gestionale;

  8. Fare la differenza attraverso l’organizzazione e la gestione del capitale umano (costruire un team affiatato e competente);

  9. Rimanere radicati nel territorio di appartenenza (chi ha detto che serve delocalizzare tutto?);

  10. Avere alla guida un imprenditore forte (che decida per il bene dell’azienda nell’ottica di tramandarla il più possibile nel tempo anzichè mungerla come una cash cow).

Cosa ne pensate?

Link: Per restare aggiornato iscriviti alla nostra Newsletter!

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate