sabato 13 settembre 2008

Attenti alle Banche: decalogo di sopravvivenza!

Condivido con voi alcune riflessioni derivanti purtroppo da un caso concreto.
Spesso capita di sentire alcuni imprenditori in difficoltà lamentarsi perchè le banche riducono il credito.
Attenti! spesso l'errore delle banche è prestare troppi soldi, non troppo pochi!!!
Spesso si prestano soldi solo grazie a garanzie personali o reali che siano (fidejussioni, ipoteche, ecc..) non basandosi sui bilanci delle imprese.

Una impresa che fa perdite in poco tempo può fagocitare un patrimonio costruito in generazioni di lavoro. Le banche fanno il loro lavoro ovviamente, sta agli imprenditori diventare più avveduti. E' indispensabile sempre (anche se le cose vanno bene, perchè altrimenti spesso è troppo tardi) :
  • avere copia di tutti i contratti firmati con la banca
  • avere copia dei contratti relativi a garanzie prestate e monitorarne la cancellazione una volta pagato il debito (spesso non avviene e in centrale rischi rimane una situazione inquinata)
  • ridurre il più possibile i debiti a breve consolidandoli e trasformandoli in debiti a medio/lungo (periodicamente esistono anche agevolazioni delle varie camere di commercio che aiutano a consolidare il debito)
  • aderire ad un consorzio fidi (concede garanzie per la vostra impresa, aiuta a ridurre i tassi passivi, fornisce consulenza finanziaria)
  • monitorare le esigenze finanziarie dell'impresa e se rilevanti della famiglia. nell'impresa familiare anche di medie dimensioni spesso la strategia di impresa è fortemente condizionata (sbagliando) dalla famiglia. Ideale predisporre un rendiconto finanziario.
  • monitorare periodicamente il valore delle proprietà immobiliari. Spesso i capannoni risultano difficili da vendere e non sono la riserva di potenziale liquidità sperata.

Link: Per restare aggiornato iscriviti alla nostra Newsletter!

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate