martedì 16 giugno 2009

Ascoltare, scomporre, ridisegnare.

E poi ci vuole orecchio,
bisogna averlo tutto, tanto,
anzi parecchio!
Enzo Jannacci


In anteprima, anche se quella vera l'ha avuta una cara amica di questo blog, il primo post che scriverò su Postilla. attendo commenti, critiche, osservazioni.

Qualcuno forse già mi conosce, qualcuno mi conoscerà leggendo il profilo a fianco e commentando i post che pubblicherò su POSTILLA. La sfida è entusiasmante ed i compagni di viaggio ottimi!

Il blog tratterà principalmente temi legati alla creazione di valore in azienda. Si alterneranno post più tecnici sulle operazioni straordinarie, materia di cui mi occupo professionalmente, e post più legati a tematiche di management ed organizzazione dello studio professionale.
Il blog è uno strumento preziosissimo di dialogo, di ascolto. E’ una costante fonte di osservazioni e suggerimenti, di confronto anche e soprattutto con imprenditori fuori dal nostro settore, lontani o forse proprio per questo vicini....


In questa situazione economica non facile per PMI e professionisti è sempre più difficile orizzontarsi, ma questo non deve portare all'immobilismo in attesa di una ripresa che rischia altrimenti di arrivare troppo tardi.

Dobbiamo ricominciare a pensare come delle start-up: ridisegnare il nostro modo di fare impresa o di essere professionisti. I confini della nostra organizzazione vanno al di là di quelli del nostro Studio o della nostra azienda. Scomporre, ridisegnare, ricomporre: clienti, collaboratori, fornitori, network…

Il percorso non è facile, per questo non si può prescindere dall’ascolto di clienti, lettori, amici. Io stesso mi trovo periodicamente a ridisegnare il posizionamento dello studio, di cercare di capire la rotta da prendere.

Ecco alcuni spunti di riflessione, alcuni elementi che hanno in comune imprese o professionisti di successo conosciuti in rete:
  • voglia di conoscere altri settori e contaminarsi per diventare più competitivi nel proprio;
    visione di lungo periodo;
  • una rete di relazioni a cui appoggiarsi per meglio conoscere il mercato, proprio e quello attiguo;
  • confronto costante;
  • riposizionamento strategico periodico;
  • capire che l'innovazione serve solo se è coerente l'organizzazione dell'azienda;
  • non dimenticare mai la propria storia e quella della propria azienda.

Vi chiedo di iniziare questo viaggio con me, di fare un percorso insieme portando le nostre esperienze e le nostre storie.

Link: Per restare aggiornato iscriviti alla nostra Newsletter!

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate