martedì 20 luglio 2010

Torre Cambiaso: mai più weekend in liguria

Un pessimo Hotel, we disastroso e Direttrice completamente assente (per non dire peggio)

Lo ammetto, con il mio lavoro ho sempre difficoltà a prenotare per tempo un hotel per un we. Mi riduco sempre a pochi giorni prima e così tocca spesso accontentarsi di quello che si trova libero. Solitamente però visto che le aspettative non sono alte non resto neanche deluso.


La scorsa settiman, girovagando su internet trovo posto all’HOTEL TORRE CAMBIASO (4 stelle del circuito www.antichedimore.com) che nel sito viene così descritto:

“Antica Villa della nobiltà genovese, annoverata tra le Dimore storiche italiane, interamente restaurata e riportata ai suoi antichi splendori. L'incantevole Castello di "Torre Cambiaso" è oggi uno Charme Hotel ed un Centro Congressi unico nel suo genere per l'atmosfera, lo stile, il comfort e l'ospitalità.”


Dalle foto sembra carino, certo non è vicino al mare, ma in fondo cerchiamo solo un po’ di tranquillità senza troppe pretese, ci accertiamo che ci sia la piscina (nonostante risulti chiaramente dalle foto è sempre meglio chiedere) e partiamo fiduciosi per il nostro Charme Hotel in quello che avrebbe dovuto essere, sempre secondo il materiale pubblicitario dell’hotel un romantico e raffinato we..



Venerdì: - arrivo ore 22.00: gran casino… c’è un matrimonio. Poco male, siamo stanchi e andiamo in camera dove il nostro romantico we inizia spostando spazzoloni e detersivi dimenticati dalla cameriera.

Sabato – colazione dalle 8 alle 10.00: essendo uno Charme Hotel potevano tenere orari meno lavorativi ma poco male. Personale poco cortese e super indaffarato a far cosa non si capisce visto che a far colazione eravamo pochi…ma poi lo scopriremo.

Sabato – piscina ore 10.00: lasciata la camera per la colazione ci dirigiamo in piscina e scopriamo che:


- per tutto l’hotel di 42 stanze la piscina è poco più che una vasca da bagno e ci sono solo 5 sdraio.
- Prima di usarla bisogna attendere che venga pulita perché il bagnino (l’unico meritevole di encomio ed ovviamente non di origini liguri) inizia alle 9,00 e quindi prima delle 10,30 non possiamo usarla.
- Gli asciugamani per la piscina costano 5 euro l’uno (per carità, non è tanto, ma perché non inserire già nel costo stanza… così fa solo girare le scatole).
- WIFI: esiste come ci avevano confermato telefonicamente ma solo in una parte dell’ingresso dell’hotel: 15 euro l’ora.

Sabato – piscina ore 12.00 – 14.00: ci avvisano che la piscina chiude. Il bagnino ha due ore per pranzare e non può restare incustodita. Litigando otteniamo di poter almeno restare a prendere il sole…


Sabato – ore 21.00: dopo un piacevole giro a genova torniamo in hotel dove ci attende un altro matrimonio che ovviamente invade ogni angolo del romantico hotel ideale per un tranquillo e romantico we.

Sabato – ore 23.00: ci avvisano che la domenica mattina la piscina sarebbe restata chiusa per mezza giornata di vacanza del bagnino. Inoltre scopriamo che guarda caso la vacanza coincideva con un matrimonio con aperitivo bordo piscina.


Domenica mattina: dopo aver discusso con gli impiegati dell’hotel (tutti piuttosto mortificati a dire il vero ed imbarazzati dalle decisioni della direttrice che nonostante le lamentele non si è mai fatta viva lasciando gestire tutto a ragazze imbarazzate e ovviamente incolpevoli) con gli altri ospiti decidiamo di utilizzare lo stesso la piscina e lasciarla solo per l’aperitivo giusto per rispetto agli sposi.


Francamente un we surreale. Una direttrice assente ed una ospitalità disastrosa (ad eccezione del ragazzo di 17 anni che faceva il bagnino, davvero molto gentile e che credo abbia raccolto un piccolo tesoretto in mance ;-)


Il turismo ligure ha dato ancora una volta una pessima prova di se. Da vergognarsi… stranieri che continuavano a chiederci se in Italia era normale un atteggiamento del genere, non riuscire ad avere un attimo di pace… vendere l’hotel come tranquillo e raffinato e ritrovarsi bombardati dalla musica (parecchio grezza ) dei matrimoni


Poi leggo che vogliono chiudere il corso di economia del turismo a Savona e capisco che ormai è solo un problema di avvocati e di prefetti….

Sull’ospitalità non resta che arrendersi altro che Magic Italy.
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate