venerdì 27 aprile 2012

Monti, Friedman e la disoccupazione

Una frase, un paradosso a cui è difficile aggiungere qualcosa.
















Link: Per restare aggiornato iscriviti alla nostra Newsletter!

2 commenti:

Paolo Falconi ha detto...

Sai Andrea, quando ho letto questa frase, mi sono chiesto se Friedman abbia mai provato sulla propria pelle che cosa sia la disoccupazione, l'assenza di reddito e le scadende comunque da pagare. Un capo famiglia tra il sussidio di disoccupazione e un lavoro, non ha dubbi su che cosa scegliere, ha bisogno di rinforzare la propria dignità agli occhi dei suoi famigliari, quindi acceterebbe di lavorare sicuramente.

Un saluto con Simpatia

Unknown ha detto...

Ciao Paolo, dipende dalla persona, dal sussidio e forse friedman si riferiva anche ai lavori improduttivi come in molti casi della pubblica amministrazione.
Il tuo è un ragionamento di una persona per bene e ti fa onore. forse se le tasse fossero più basse ci sarebbero anche più capitali da reinvestire e sarebbe piu facile assumere. non credo che firedman volesse affamare i disoccupati quanto creare le condizioni per dare un lavoro ai piu.
bellissimo commento comunque.

Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate