lunedì 22 ottobre 2012

Mettendo ordine in azienda tra le mille novità fiscali


Mille novità fiscali, spesso confuse, spesso con rimandi a DM sempre in attesa di essere emanati. 

Un continuo stop and go che rende nebuloso lo scenario per l'imprenditore e complicato per il professionista.

Proviamo a valutare cosa è cambiato o cosa cambierà dal 2013 (speriamo in un paio di mesi di arrivare ad una legislazione più chiara che consenta di fare anche qualche calcolo di convenienza).

Non voglio entrare in tecnicismi, al massimo rimanderò con qualche link ad analisi più esaustive (non tutti aggiornatissimi forse ma qui mi interessa di più porre il problema a livello gestionale).

Qui voglio provare a ripensare ad alta voce cosa è cambiato o cosa cambierà a breve e quali leve potrà/dovrà muovere l'imprenditore che magari fino ad oggi ha modificato in parte il suo modo di operare ma non l'ha fatto in maniera organica.


  • Collegio sindacale: le Srl possono optare per il sindaco unico, tra pro e contro tutti da analizzare;
  • Auto aziendali: la riduzione della deducibilità al 20% pone il tema di valutare la convenienza delle prossime scelte in materia tra fringe benefit, detrazione iva e rimborsi km per l'auto propria.
  • Perdite su crediti: argomento dolente in questo periodo, vanno monitorate con attenzione anche ai fini fiscali per minimizzare l'imposizione su somme che non risultano esigibili. Le nuove norme agevolano l'impresa che effettua un attento monitoraggio.
  • Responsabilità solidale appaltatore: aumentano considerevolmente i rischi sull'appaltatore. La società se già non si era attrezzata dovrà creare una procedura ad hoc per minimizzare potenziali rischi.
  • Regime Iva per Cassa: novità interessante per un'ampia platea di PMI che se saranno in grado di sfruttarla potranno ottimizzare la loro gestione finanziaria.
  • Nuove Srl agevolate: su questo blog abbiamo parlato piu volte di SRL semplificate, a capitale ridotto ed innovative. Nonostante che a livello giuridico la norma sia confusa e spesso poco sistemica lo strumento può essere interessante per i neoimprenditori.
  • Riforma Fornero: impatta oltre che in tema di diritto del lavoro anche imponendo presunzioni importanti su micro partite iva. Occorre quindi, soprattutto per società di servizi e consulenza, verificare struttura e tipologia dei fornitori (consulenti, professionisti non iscritti ad albi ecc.).
  • Società in perdita sistemica, società di comodo ed IMU: verificare di non rientrare nella normativa punitiva è fondamentale e costringe l'impresa a pianificare e a lavorare per previsionali al fine di potersi tutelare per tempo anche mediante interpello.

In realtà le ultime riforme non sempre sono punitive come appaiono, ma sempre di piu pretendono una società con una struttura amministrativa organizzata, procedure definite, pianificazione attenta (spesso resa estremamente difficoltosa dal pressapochismo del legislatore).

Uno sforzo non banale ma che di certo non è contrario alle logiche economiche. 

Il problema vero è che ormai non solo il mercato ma anche la legislazione presuppongono imprese di dimensioni maggiori a quelle a cui il nostro Paese è abituato.

Link: Per restare aggiornato iscriviti alla nostra Newsletter!
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate