lunedì 1 settembre 2008

L'impresa virtuosa vince la crisi.

Passeggiando in centro a Milano incontro un amico della mia fidanzata. Ha più o meno la mia età ed é come molti preoccupato per la crisi. La forte contrazione dei consumi penalizza il suo settore.
E' un imprenditore che è riuscito a ricavarsi una sua nicchia di mercato, buone quote e fino ad oggi buoni margini.

In breve la sua strategia:

  • forte attenzione ai mercati esteri (per ora ancora europei, le dimensioni dell'azienda ne penalizzano in parte l'internazionalizzazione).
  • razionalizzazione della distribuzione, tagliando i costi di intermediazione e concentrandosi nei punti vendita di livello più alto.
  • attento controllo della solvibilità dei clienti, richiedendo spesso il pagamento anticipato offrendo un discreto sconto in cambio.
  • massima attenzione ai margini anche a discapito del fatturato
  • massima attenzione alle strategie dei concorrenti
  • studio attento di settori contigui al suo e predisposizione di una o più strategie di uscita nel caso il mercato smetta di essere profittevole.
  • riduzione dei consumi familiari a fronte di una attenta politica di investimento.
  • netta separazione impresa e famiglia
  • confronto continuo con il suo network di amici, imprenditori, consulenti.

Complimenti a questo imprenditore così lungimirante.
Di certo avere 35 anni in questo periodo con tutte le novità che influiscono sulla vita dell'impresa facilita le cose.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra Newsletter!


Posta un commento
Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate