sabato 21 marzo 2009

Una nuova voglia di collaborazione

Il mondo sta cambiando, probabilmente la crisi economica favorisce collaborazioni e alleanze. Lo leggiamo sui giornali tutti i giorni.

Lo si percepisce facilmente girovaganndo su internet. La voglia di raccontarsi, di confrontarsi, di ascoltare ed essere presenti....

C'è molta energia in giro, che non è facile provare ad incanalare.

Alcuni segnali li sto vivendo direttamente. Grazie a Slideshare sto monitorando la diffusione di alcune mie presentazioni (che non sono scaricabili, quindi a diffusione limitata...):
Il sondaggio lanciato un pò per gioco su linkedin ha visto quasi ottanta partecipanti ed una moltitudine di commenti.

L'aperitivo organizzato recentemente ci ha permesso di conoscerci meglio, di incontrarci e sicuramente sarà ripetuto prima dell'estate. Crescono anche gli iscritti al gruppo su facebook: Quelli che... riflettono all'aperitivo.

L'ottimo Alessandro Sportelli (autore di articoli di web mktg per il Giornale) mi ha proposto una video intervista su webmarketingforum che ho rimandato di qualche giorno a causa di impegni di lavoro pressanti.

Cito a caso frammenti di una intervista:
  • rapidità nell'individuare e nel perseguire gli obiettivi;
  • velocità di risposta;
  • sostituire l'anticipo al rinvio;
  • dotare l'azienda di un'architettura aperta;

Quando Marchionne racconta come in questi anni è stata salvata la Fiat sottolinea spesso questo aspetto. "Ogni impresa è il risultato delle persone che ci lavorano e dei rapporti che instaurano tra loro. Per questo è importante la qualità dei manager, la loro coesione, il fatto di condividere la stessa direzione, gli stessi metodi, gli stessi obiettivi".

Non sarà il caso di prendere esempio? Provare almeno a considerare questa ipotesi sarebbe già un buon passo avanti per poter pensare - un giorno - di deframmentare un po’ il nostro mercato.

Non è facile e questo non è il momento più indicato per rifletterci (il lavoro e lo studio richiamano sempre più attenzione) ma credo che questo periodo offra occasioni che sarebbe un peccato perdere.

Pensiamoci.

Link: Per restare aggiornato iscriviti alla nostra Newsletter!

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Non conosco altri professionisti 2.0 e non credo ce ne siano con il tuo stesso entusiasmo... non vedo l'ora :)

Anonimo ha detto...

[...] Non sarà il caso di prendere esempio? Provare almeno a considerare questa ipotesi sarebbe già un buon passo avanti per poter pensare - un giorno - di deframmentare un po’ il nostro mercato [...]
Sono d'accordo, la collaborazione sarà lo strumento grazie al quale i 'piccoli' potranno sopravvivere alla crisi. Tra l'altro mi sembra di aver già letto questa frase da qualche parte...

Unknown ha detto...

@ si stefano, spero non me ne vorrai. sai che ho molto apprezzato il tuo ragionare intorno alla web company.

@ alex: il convogliare l'energia e l'entusiasmo è la vera sfida. l'alimentarla è in qualche modo semplice. riuscire a convogliarla, e a trasformarla in qualcosa di più utile e strutturato temo sia invece complesso. c'è da rifletterci

Anonimo ha detto...

non tutte le imprese però sono uguali, non per tutte è facile essere su internet e collaborare

Unknown ha detto...

bisogna solo trovare il modo.
non sempre è semplice ma l'obiettivo è ambizioso.

Anonimo ha detto...

ma cosa intendi esattamente?

Unknown ha detto...

potrebbe essere semplicemente un momento di confronto, non esattamente una comunità di pratica, ma un confronto tra diverse esperienze.

ma ancora non so...

Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate