sabato 27 agosto 2011

Condono tombale IVA si traforma in autodenuncia penale

Ennesimo pasticcio dovuto alla totale mancanza di rispetto verso il contribuente ed il diritto tributario. In sintesi:
1 anno 2002 Tremonti vara il condono tombale IVA
2 anno 2006 Visco raddoppia i termini di accertamento in presenza di reati di natura fiscale portandoli da 4 a 8 anni.
3 anno 2008 la corte digiustizia europea dichiara nullo il condono essendo IVA imposta europea
4 anno 2011 la corte costituzionale stabilisce che i termini raddoppiano anche se il reato viene scoperto dopo i 4 anni.

Il condono quindi vale come auto denuncia e ove l'iva evasa superi i 77.000euro la guardia di finanza e agenzia delle entrate hanno obbligo di agire pena essere accusati di danno verso l'erario.
Un tale comportamento minerebbe definitivamente il rapporto stato contribuente.

Follie di un ministro che si vanta di definirsi un tecnico e di un Paese che utilizza il diritto tributario come un bancomat senza rispettarne la struttura ed i rapporti sistemici tra le diverse norme.

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate