giovedì 8 agosto 2013

Spesso la verità ci attende davanti alla macchinetta del caffè.

La notizia e' di questi giorni, largamente prevista ma speravo di sbagliarmi, di essere l'unico tra i consulenti così fiduciosi nel risanamento ad essersi sbagliato.

Invece lo schema e' il solito, l'imprenditore testardamente incapace di ammettere di aver sbagliato, il commercialista attento a non indispettire il cliente, il risanatore con grandi piani ed altrettanto grandi parcelle.

Il mio scetticismo fatto di numeri e gran chiacchierate alla macchinetta del caffè con manager e segretarie ha avuto purtroppo ragione.

In troppi si concentrano su fantasiose operazioni di bilancio dimenticando che i numeri hanno senso solo se si ascoltano le persone, solo se si scende in produzione, solo se ci si confronta con il mercato, uscendo dalle ovattate sale riunioni.

I numeri di un piano di risanamento devono nascere dalla realtà, proiettar la nel futuro.

Non sono un grande stratega ma le persone nascondono sempre molte verità ed ascoltarle, analizzare le incongruenze spesso aiuta a leggere meglio i bilanci. 

È quasi mai la colpa di una trattativa saltata e' di un potenziale acquirente che si rifiuta di acquistare una azienda piena di immobili. Quasi mai la colpa e' del mercato.

Molto spesso la verità ci attende davanti alla macchinetta del caffè. 
Verità che va colta anche se spiacevole.

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate