mercoledì 30 aprile 2008

Privacy e Redditi on line - riflessioni più pacate

Al di là delle prime reazioni a caldo credo sia utile fare qualche riflessione per meglio inquadrare i termini del problema:

  • Nessuna trasparenza come dice Luca de Biase: chi si intende un pò di come vanno queste cose sa che il reddito può essere influenzato da mille cose, politica dei dividendi, costi scaricati sull'azienda, ecc..
  • I controlli sono sacrosanti ma vanno fatti con metodo e dagli incaricati istituzionali. altrimenti è inutile lamentarsi contro le ronde della lega....il concetto è il medesimo.
  • per ridurre l'evasione è necessario controllare meglio la gestione finanziaria. Mi spiegate per quale ragione si stampano le banconote da 500 euro? non è più comodo pagare con carta? Ma forse mi sbaglio io....
  • "La colonna infame": cosi' Beppe Grillo definisce nel suo blog l'elenco pubblicato online dall'agenzia delle entrate di tutti i redditi dichiarati dai cittadini italiani nel 2005. "Follia, questa e' follia", dice il comico genovese. Mezza rivoluzione sul suo blog....
  • Infiniti adempimenti sulla Privacy...e poi?
  • Che senso ha farlo oggi, con il cambio di governo...senza un minimo di discussione politica?

Più nel concreto:

Speriamo che il buon senso prevalga e il blocco imposto dal garante sia definitivo

Qui è possibile scaricare il parere del garante sui redditi on line

PS: pare che in America le cose non vadano proprio nel senso indicato da Visco

PS: complimenti al Garante. Oggi l'ho contattato ed ho avuto pronta risposta. Visto l'intervento non devo essere stato il solo.

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails

Post più popolari degli ultimi 30 gg

Translate